Si prega di utilizzare questo identifier per indicare o collegarsi a questo documento: https://hdl.handle.net/1889/1521
Titolo: Tre citazioni: Corazzini, Sbarbaro, Montale
Autori: Bárberi Squarotti, Giorgio
data di pubblicazione: 2010
Tipo di documento: Article
Abstract: L'eco della Fiaccola sotto il moggio di Gabriele D'Annunzio in una ben nota poesia di Sandro Corazzini, la presenza del Paradiso dantesco nei versi di Camillo Sbarbaro e l'influenza di un famoso episodio dei Promessi sposi su una lirica di Eugenio Montale, dimostrano che la letteratura italiana del Novecento è profondamente radicata nella tradizione. I testi dei grandi autori, peraltro, sono ogni volta riformulati, modificati, deformati, persino capovolti; e la citazione misura ogni volta la vicinanza ma anche la distanza da quell'indispensabile passato.
Twentieth-century Italian literature is deeply rooted in the tradition. This is demonstrated by numerous examples, such as the echo of Gabriele D'Annunzio's tragedy La fiaccola sotto il moggio ( The Torch under the Bushel ) in a famous poem by Sandro Corazzini. Other examples include the presence of Dante's Paradiso ( Paradise ) in Camillo Sbarbaro's verses and the influence of a famous episode taken from I Promessi Sposi ( The Betrothed ) on a poem by Eugenio Montale. Indeed, great Authors' texts are constantly reformulated, modified, distorted, and even reversed. Every time, quotations illustrate how close but also how far that indispensable past is.
Compare nelle collezioni:Parole rubate / Purloined letters: 2010, 2

Oggetti digitali di questo documento:
File Descrizione DimensioniFormat 
7-Barberi-Squarotti.pdf316.1 kBAdobe PDFVisualizza/Apri


Questo documento è concesso in licenza ai sensi di un Creative Commons License Creative Commons