Please use this identifier to cite or link to this item: https://hdl.handle.net/1889/1643
Full metadata record
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.advisorPapparella, Alfonso-
dc.contributor.authorRomano, Mercedes-
dc.date.accessioned2011-07-25T16:06:09Z-
dc.date.available2011-07-25T16:06:09Z-
dc.date.issued2011-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/1889/1643-
dc.description.abstractL’obesità è stata ben definita come la piaga del ventunesimo secolo, tanto da divenire un fenomeno allarmante non solo nell’adulto, ma anche in età pediatrica ed adolescenziale. Il primo approccio a questa patologia soprattutto nell’età evolutiva è e resta quello conservativo, che prevede cambiamenti nello stile di vita, con migliori abitudini alimentari e maggiore attività fisica. Restano però un numero sempre maggiore di pazienti, in cui questo tipo di approccio non è risolutivo o non si è rivelato efficace nel lungo periodo, nei quali l’obesità si associa ad altre condizioni patologiche e per i quali quindi la chirurgia bariatrica può essere considerata una valida opzione. Diversi sono le possibilità chirurgiche distinguendo fondamentalmente due interventi di tipo: quelli restrittivi e quelli malassorbitivi. La chirurgia sembra essere, quindi, l’unica possibilità per determinare una condizione “metabolica” normale con una perdita di peso significativa. Riportiamo il caso di una paziente di 17 anni operata per obesità grave in cui l’intervento di by-pass biliointestinale e sleeve gastrectomy si è rivelato l’unico efficace, dopo una serie di tentativi dietetici e comportamentali falliti.it
dc.description.abstractObesity has been well defined as the plague of the twenty-first century, becoming a worrying phenomenon not only in adults but in children and adolescents. The first approach to this disease especially in childhood and is still conservative, which includes changes in lifestyle with improved diet and increased physical activity. There remain, however, an increasing number of patients in whom this approach is not conclusive or not proved effective in the long term, in which obesity is associated with other pathological conditions and therefore for which bariatric surgery may be considered a valid option. There are several surgical options, we distinguish two main types of intervention: those restrictive and those malabsorpitive. The surgery seems to be, then, the only way to determine a normal metabolic condition with a significant weight loss. We report the case of 17 years-old girl operated for severe obesity in which bilio-intestinal bypass and sleeve gastrectomy was effective after a series of failed attempts at diet and behavior.it
dc.language.isoItalianoit
dc.publisherUniversità degli Studi di Parma. Dipartimento di Scienze Ginecologiche-Ostetriche e di Neonatologiait
dc.relation.ispartofseriesDottorato di ricerca in Gastroendocrinologia pediatricait
dc.rights© Mercedes Romano, 2011it
dc.subjectObesityit
dc.subjectBariatric surgeryit
dc.subjectAdolescentsit
dc.titleLa chirurgia bariatrica nell'adolescente: indicazioni e limitiit
dc.title.alternativeBariatric surgery in adolescents: indications and limitsit
dc.typeDoctoral thesisit
dc.subject.miurMED/38it
dc.description.fulltextopenen
Appears in Collections:Scienze ginecologiche, Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
TESI_DOTTORATO_DEF.pdfTESI 584.3 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.